Archive for settembre, 2014


Iscrizioni aperte ad un corso di musicoterapia che si terrà a breve a Novara. Segue comunicato stampa.

C. E. M.

 

 

IL SUONO DELL’ANIMA
Un percorso di ricerca della propria identità sonora

COS’È?
Tutti abbiamo un corpo con il suo calore, una voce con il proprio timbro, una pelle con il suo odore, uno sguardo con il colore degli occhi tutto nostro, un sorriso speciale, una gestualità personale, un movimento, un respiro …. vado avanti? Ecco, abbiamo tutti delle caratteristiche NON VERBALI che ci contraddistinguono e con le quali ci presentiamo al mondo quotidianamente, ma delle quali spesso siamo quasi del tutto inconsapevoli. Ci dimentichiamo che il 90% della comunicazione fra persone avviene in modo non verbale, mentre solo una piccolissima percentuale appartiene a quella della parola, la comunicazione verbale.

Il laboratorio IL SUONO DELL’ANIMA è un’ occasione per rendere consapevoli e per familiarizzare con le nostre modalità espressive non verbali e per scoprire tutto quello che siamo e il modo in cui ci relazioniamo quando togliamo la parola dalla nostra vita.

PERCHÈ?
È facile perdere la propria identità. Viviamo in una società che spesso ci impone i tempi da rispettare, le parole da dire, i modi di comportarci … Ci dicono cosa mangiare, dove andare in vacanza, come vestirci, che musica ascoltare, quali film guardare, ci condizionano costantemente attraverso i media, le pubblicità, le campagne che promuovono una serie di cose che noi, spesso per inerzia, accettiamo nelle nostre vite.

IL SUONO DELL’ANIMA è un luogo in cui avremo la totale libertà di fare o non fare quello che sentiamo, di muoverci, di respirare, cantare o suonare, di giocare, urlare, ridere, arrabbiarci, di stare in silenzio, piangere e ridere, di litigare, gioire, abbracciare e abbracciarsi, di essere completamente ciò che siamo senza nessuna imposizione, richiesta o pretesa, senza giudizio o paura di essere sbagliati.

Potremo scoprire la nostra modalità di espressione corporea e sonora, tirare fuori le nostre emozioni liberamente, comunicare – con noi stessi e con altri partecipanti – quello che siamo quando non dobbiamo essere ciò che la vita quotidiana ci impone.

PER CHI?
Per tutti. Per quelli che si sentono belli, per quelli che si vedono brutti. Per quelli che si definiscono timidi, stressati, stanchi, frustrati, traditi, delusi, tristi, esauriti, appagati, sani o malati, stupidi o intelligenti, per quelli realizzati e quelli falliti … con un solo particolare: nel laboratorio, tutti questi aggettivi e giudizi, rimarranno fuori dalla porta, perché dentro entreranno solo persone vestite del proprio nome e spoglie di ogni altra etichetta.

COME SI FA?
È tutto da scoprire. Nessuno di noi sa cosa possa succedere ad un gruppo di persone che si trova in una stanza, a piedi nudi, e con un’unica regola: astenersi dalla parola verbale. Cosa comunicare, con quali mezzi e soprattutto se comunicare o no, lo si vedrà durante il processo. Prestando l’attenzione all’ascolto e al silenzio, avremo un foglio bianco sul quale disegnare la nostra propria identità sonora, metterla in relazione con quella dei partecipanti singoli e come conseguenza creare un’unica, originale e irripetibile modalità di espressione e comunicazione non verbale di gruppo.

Alla fine di ogni seduta, i partecipanti avranno la possibilità di VERBALIZZARE e condividere, per mezzo della PAROLA, l’esperienza vissuta.

Si consiglia di vestirsi comodamente per potersi muovere senza impedimenti, si richiede di togliersi le scarpe durante la seduta e di astenersi dal parlare nella fase non verbale.

QUANDO? 
A cicli di otto incontri, il giovedì dalle 20.45 alle 22.15. Primo ciclo dal 2 ottobre al 20 novembre 2014.

DOVE?
Presso lo spazio NuovaLuce
Via Piave 19 – Novara

CON CHI?
Željka Žugić

Per la partecipazione all’intero percorso è previsto un contributo di 120 euro, comprensivo di tessera associativa valida per l’anno 2014.

Giovedì 2 ottobre ore 20.45 
sessione di prova gratuita

Per iscrizioni e informazioni:
E-mail: info@laportasocchiusa.org
Telefono: 347.6622234

 

musicoterapia-musica

 

 

Segnalo una nuova iniziativa organizzata da SPAZIO E a Ghemme. Segue comunicato stampa.

C. E. M.

 

Locandina ASTA Spazio E

 

GHEMME (NO) – Oggi, nel pittoresco castello-ricetto, si è aperto il simposio di scultura e pittura Dialogo con l’Arte. Gli artisti hanno lavorato producendo le opere che nella giornata di domenica, alla chiusura del simposio, verranno battute all’asta a scopo benefico dalla titolare di Spazio E e curatrice dell’evento, che è stato supportato da Confagricoltura, ATL di Novara, Casa degli Artisti e patrocinato dal Comune di Ghemme.

Dalla tarda mattinata del 28 settembre, a chiusura del simposio, Confagricoltura proporrà degustazione di prodotti tipici, mentre alle ore 17 si terrà nei locali di Spazio E l’asta a scopo benefico, i cui proventi verranno devoluti al restauro di opere d’arte sacra sul territorio.

Dice la curatrice, Enrica Pedretti: «Ci sono state segnalate diverse opere con necessità di interventi. Siamo convinti della buona riuscita di questa iniziativa e gratificati dal poter concorrere al recupero e alla conservazione di una parte di storia insieme a tutti coloro che parteciperanno in modo concreto all’asta».

 

Ricordatevi di questo importante appuntamento al TEATRO SOCIALE DI GUALTIERI!!!!

Across the universe

GUALTIERI (RE) – Che non stiamo vivendo in tempi facili si sa. Che la Cultura in Italia abbia sempre avuto vita difficile è noto. Che il nostro non sia un Paese per giovani è deprimentemente vero. Di fronte ad una situazione così critica sotto ogni punto di vista ci possono essere tre strade: rinunciare ai propri sogni e adattarsi “perché tanto non cambia mai niente”; non rinunciarci ma fuggire all’estero per realizzarli; crederci fermamente e fare di tutto pur di tramutarli in realtà restando qui in Italia. Personalmente quest’ultima scelta è quella che preferisco e cercherò nel mio piccolo, fino a che ne avrò la possibilità, di seguirla. È quindi sempre un enorme piacere scoprire nuove realtà, nate laddove si pensava fosse tutto morto, risorte grazie allo spirito combattivo ed entusiasta di giovani capaci ed appassionati. Così è successo negli ultimi anni a Gualtieri, paese in provincia di Reggio…

View original post 1.181 altre parole

Diceva Charlie Chaplin: “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”. Se avete bisogno di “imparare” a ridere, questo appuntamento fa per voi!
Segue comunicato.
C.E.M.

 

 

VITAMINA E

Entusiasmo  Energia  Espressività Emozione
Empatia  Estro  Eccellenza
Risate effervescenti

Una performance ludico-formativa interattiva
molto esilarante e coinvolgente capace di creare
entusiasmo, spirito di humor, comunicazione, clima di unità, spirito di gruppo, recupero energetico

 

WorkShock Esperienziale

Condotto da Gianni Ferrario giullare zen  ®

Gianni Ferrario

Gianni Ferrario

 

Domenica 26 Ottobre

Palestra Via Vallauri (Novara) dalle ore 09.00 alle 18.00

Un’esperienza che fa emergere energie positive nascoste in ognuno di noi.

La miccia della “risata contagiosa”, disciplina degli antichi giullari, funge da detonatore per generare energia vitale, stimolare entusiasmo e produrre un elettrizzante scossone benefico

Fai lo shock…. ridi anche tu !

 

Info e prenotazioni entro il 28 Settembre al cell. 333.527.8115

Riporto qui di seguito una breve notizia su un’originale iniziativa culturale in corso al Ricetto di Ghemme, cittadina in provincia di Novara.

C. E. M.

 

Il pubblico durante l'inaugurazione di venerdì

Il pubblico durante l’inaugurazione di venerdì

GHEMME (NO) – Venerdì 12 settembre si è inaugurata la prima edizione della collettiva d’arte dedicata al libro. I 22 artistiCarla Dorz, Carlo Olivero, Damiana Degaudenzi, Davide Baroggi, Enrica Pedretti, Fabiola Giacomini, Fabrizio Molinario, Florine Offergelt, Francesco Falcolini, Igor De Marchi, Marcello Mantovani,  Maria Grazia Degrandi, Monika Wolf, Riccardo Corciolani, Alessandro Negri, Silvana Marra,  Stefano lnvernizzi, Grazia Ferraris, Cinzia Temporelli, Sergio Monferrini, G. P. Colombo, Antje Stehn – hanno interpretato l’oggetto libro in versioni inedite manipolando i più svariati materiali, sviluppando interessanti assemblaggi che si accomunano al concetto: anche se il libro è “solo” opera d’arte, si conferma come il più sentito strumento che evoca cultura.

La mostra è interessante, curiosa e decisamente da visitare.

Aperta dal giovedì alla domenica dalle ore 11.00 alle ore 22.00 fino al 26 ottobre 2014.

Spazio E.
Via Interno Castello, 7
Tel. 334.3366917

 

G. P. Colombo, di spalle, illustra uno dei suoi libri

G. P. Colombo, di spalle, illustra uno dei suoi libri

 

Silvana Marra con il suo libro

Silvana Marra con il suo libro

 

Ripubblico con piacere il post su Soup, una particolare performance cui ho assistito (e di cui sono stata partecipe) lo scorso febbraio al Piccolo Coccia di Novara.
Nei prossimi giorni, questa produzione dell’Associazione LIS Lab performing arts approderà alla Biblioteca delle Oblate a Firenze.
Chi abita in zona sfrutti l’occasione per immergersi tra arte e cultura, libri e immagini, cibo e sensi che si mescolano in un’atmosfera rarefatta di rara bellezza, un banchetto surreale dove performer-camerieri serviranno “pietanze diversamente commestibili”.

Venerdì 12 e sabato 13 settembre
ore 17.00 e ore 20.00
posti limitati (60)
prenotazione ai numeri 055.261.6512
bibliotecadelleoblate@comune.fi.it
Sala conferenze piano terra.

Across the universe

Riporto comunicato stampa e locandina di Soup, una performance “stuzzicante” che andrà in scena il 6 e il 7 febbraio al Piccolo Coccia di Novara nell’ambito di eventi del progetto PerCorpi Visionari, di cui vi ho parlato la scorsa estate.

C. E. M.

Cibo e corpo a confronto nel gioco dell’identità. Così si presenta Soup, la performance che l’Associazione LIS Lab Performing Arts di Meina ha creato a Novara e che andrà in scena aperta al pubblico giovedì 6 e venerdì 7 febbraio 2014 al Piccolo Coccia, in Piazza Martiri 2 a Novara. Dal 27 Gennaio gli artisti e i collaboratori di LIS, associazione diretta da Antonella Cirigliano, saranno in residenza presso il Teatro Coccia di Novara dove terranno un workshop di creazione e formazione, aperto al pubblico, ai giovani e alle scuole, con l’obiettivo di sperimentare i linguaggi della performance contemporanea attraverso…

View original post 778 altre parole