open_articoloNOVARA – In scena ieri sera e oggi pomeriggio al Teatro Coccia come evento conclusivo del cartellone di Opera e Balletto, Open di Daniel Ezralow è stato uno spettacolo nel vero senso della parola. Il geniale coreografo americano, che si divide fra teatro, cinema e televisione e da decenni è attivo anche in Italia, ha portato sul palco novarese la sua ultima creazione, danzata dalla compagnia Spellbound Contemporary Ballet di Mauro Astolfi.
Mescolando musica classica e danza contemporanea senza porre limiti alla fantasia, Ezralow ha creato diversi quadri ora ironici, ora surreali, ora romantici e malinconici giocando con tutti gli elementi a disposizione (musica, ballerini, costumi, luci, videoproiezioni, scenografie), catturando immediatamente l’attenzione del pubblico, invitato per circa un’ora e un quarto ad abbandonare qualsiasi schema mentale precostituito per lasciarsi andare alle emozioni. È così che l’Inno alla Gioia accompagna un divertissement ambientato in un ufficio tra impiegati esigenti e l’uomo delle pulizie oppure il valzer Sul bel Danubio blu diventa spunto per una performance sui colori dell’arcobaleno o ancora la danza della Fata Confetto si trasforma invece in una cupa quanto magica danza delle Tre Parche che man mano tagliano i fili della vita.open - 6063
Fin dal quadro di apertura dello spettacolo viene spontaneo ricordare il celebre film di Walt Disney Fantasia, proprio per questo mix continuo di abbinamenti impensabili, che si permettono il lusso di giocare con maestria con capisaldi del repertorio classico offrendone nuove ed entusiasmanti chiavi di lettura. Uno spettacolo coinvolgente e di altissima qualità che affascina grandi e piccoli ed è sicuramente fra i migliori di questa stagione teatrale.
Peccato che – come al solito quando non gli si propongono titoli più che tradizionali – molti novaresi abbiano disertato questo appuntamento, perdendo per l’ennesima volta l’occasione di aprire la propria mente verso un tipo di performance artistica contemporanea estremamente emozionante.
Le recite di Open, inoltre, sono andate in scena a conclusione di una serie di appuntamenti svoltisi fra venerdì 21 e sabato 22 e rientranti nell’evento Novara Corpi Visionari, organizzato dall’Associazione Didee di Torino in collaborazione con la Fondazione Teatro Coccia: improvvisazioni e flah-mob nelle principali piazze del centro storico cui hanno aderito diverse scuole di danza di Torino e di Novara, una lezione aperta al pubblico tenuta da Mauro Astolfi sul palco del Coccia con lo Spellbound Contemporary Ballet e successivo dibattito moderato dal professor Alessandro Pontremoli dell’Università di Torino.
Ecco, appunto: gli allievi delle numerose scuole di danza di Novara e dintorni ieri sera… dov’erano???
Ma, tralasciando le polemiche, vi ricordo che la tournée di Open continua e nei prossimi giorni si potrà ammirare al Teatro Nazionale di Milano e in altre città italiane.

 

 

open22 e 23 marzo 2014 – Teatro Coccia, Novara
OPEN
uno spettacolo diretto e coreografato da Daniel Ezralow 
Scritto da Daniel Ezralow e Arabella Holzbog
Con SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET
Assistente coreografo Michael Cothren Pena
Costumi American Apparel
Produzione Bags Entertainment con il contributo di Illumia

 

Spettacolo visto sabato, 22 marzo 2014

 

Clarissa Egle Mambrini

 

Annunci