In attesa dell’imminente uscita del mio prossimo libro, inauguro lo “spazio autopromozionale” del blog 😉
Nel 2007 ho scritto il saggio Risaia in celluloide, sul rapporto fra cinema e risaia, per il volume In grembo alla Terra – Affreschi sul mondo contadino. Riporto qui di seguito il comunicato stampa per chi fosse interessato.

C. E. M.

 

NOVEMBRE 2007 – In questi giorni è in libreria In grembo alla Terra – Affreschi sul mondo contadino, edito dalla EOS Editrice di Novara. L’opera, realizzata a cura di Gabrio Mambrini e patrocinata dalle Province di Novara, di Pavia, di Vercelli, si propone di divulgare la cultura contadina di queste zone attraverso la penna di diversi autori, spaziando su una molteplicità di argomenti, che ci offre i vari aspetti di quella realtà riconducibile grosso modo al periodo tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento. I testi trattano sia l’aspetto paesaggistico sia quello umano sia gli usi, i costumi e la cultura del territorio da una prospettiva più ampia possibile.Copertina
Pur mantenendo un taglio prevalentemente divulgativo, il libro non manca di affrontare il mondo contadino del passato nelle sue diverse espressioni con un buon grado di approfondimento e con una trattazione che spazia da tematiche forse meno note a quelle più diffuse, arricchito da un adeguato e nutrito apparato iconografico, che aiuta il lettore a meglio comprendere e a far “vivere” l’epoca e l’ambiente oggetto della narrazione.
La sequenza di argomenti si sviluppa in maniera tale da consentire anche una lettura disgiunta della diverse parti da cui è articolata l’opera ed è costruita in modo da garantire una propria autonomia di esposizione nell’ambito delle stesse, in relazione al fatto che ogni autore si è accostato al singolo argomento con l’obbiettivo di offrire possibilmente una trattazione compiuta, seppure senza la pretesa ovviamente di essere esaustiva, rimanendo ciò a studi più specifici ed approfonditi su vari temi.
Il volume, curato anche nella parte grafica, in formato cm. 21×30, pp. 352, con una elegante copertina in cartonato con sovraccoperta plastificata a quattro colori, dispone di oltre 400 fotografie, frutto di una paziente ed accurata ricerca, volutamente tutte in bianco e nero al fine di omologare l’impatto visivo tra quelle più antiche e quelle più recenti.
Il libro rappresenta in sintesi un coraggioso ed impegnativo sforzo editoriale di coinvolgimento e di coordinamento di ben sedici studiosi, appartenenti ai tre territori provinciali e a due diverse regioni, che con un faticoso lavoro di equipe hanno saputo cogliere in maniera trasversale, al di fuori dei localismi, i diversi modi di essere di una civiltà contadina che non può venire dimenticata e che dai più giovani non può venire addirittura ignorata.

Testi di Alberto Arlunno, Valerio Cirio, Cristina Colli, Arnaldo Colombo, Antonio Corona, Elisabetta Lupotto, Clarissa Egle Mambrini, Gabrio Mambrini, Oliviera Manini Calderini, Rosella Osta Sella, Giorgio Panza, Elisabetta Petroni, Carlo Respighi, Marco Savini, Serena Savini, Franco Terzera.

 

Comunicato stampa EOS Editrice

 

Annunci