NOVARA – Casa Bossi, splendido palazzo antonelliano situato nel centro di Novara, a pochissimi passi dalla Cupola di San Gaudenzio – altro gioiello antonelliano – è rimasta abbandonata per alcuni decenni e al suo aspetto elegante e signorile si è aggiunto un fascino sempre più sinistro e spettrale, finché tra 2009 e 2010 un’associazione di volontari, il Comitato d’Amore per Casa Bossi, si è costituita appositamente per farla tornare a nuova vita, ripulendola e rendendo accessibili al pubblico alcune parti esterne ed interne, aprendola sia per visite sia per eventi culturali. In poco tempo i riflettori si sono di nuovo accesi su questa villa tanto cara ai novaresi, al punto che è arrivata al secondo posto nell’edizione 2010 dell’iniziativa FAI “I luoghi del cuore” ed è presto diventata fonte di ispirazione per diversi artisti locali che vi hanno girato cortometraggi e videoclip (l’ultimo è Ossigeno della rock band novarese Park Avenue), allestito installazioni e mostre, senza contare che era già stata protagonista nel 1996 del romanzo di Sebastiano Vassalli Cuore di pietra. Tutto questo fermento intorno a Casa Bossi, creato anche attraverso conferenze e dibattiti con autorità e semplici cittadini, ha finalmente portato ad ottenere un contributo economico che si spera possa riportare la villa alla sua antica bellezza.

novara_018_casa_bossi

Intanto però le attività del Comitato d’Amore non si fermano e tra fine agosto e metà ottobre la dimora riaprirà al pubblico per una serie di eventi culturali fra teatro, musica e libri con ingresso ad offerta libera. Tutte le serate avranno inizio alle 21.00, mentre la mostra omaggio al fotografo Gabriele Basilico, recentemente scomparso, seguirà il seguente orario: venerdì 16.00 – 18.30, sabato e domenica 10.00 – 12.30 / 15.30 – 18.30.

Per ulteriori informazioni su Casa Bossi, sugli eventi, sulle attività del Comitato e su come sostenerle potete visitare il sito o iscrivervi al gruppo Fb.

A4 Casa Bossi Ok

Clarissa Egle Mambrini

Annunci