Non avendo potuto presenziare alla conferenza stampa e non avendo tempo di rielaborare a modo mio tutto il materiale che mi è stato dato in un vero e proprio articolo, riporto qui di seguito il comunicato stampa relativo ad un interessante progetto artistico, PerCorpi Visionari, che coinvolgerà diverse realtà nei prossimi due anni. Alcuni eventi segnalati nel comunicato purtroppo si sono già svolti (come per esempio Lunar, nella foto), ma li lascio ugualmente per fornire un panorama completo sullo sviluppo del progetto. Conto di fornire prossimamente altre informazioni riguardo le singole realtà che hanno preso parte al progetto.
Intanto, buona lettura!
C. E. M.

 

NOVARA – Lo scorso 10 luglio al Piccolo Coccia è stato presentato alla stampa PerCorpi Visionari, il progetto divulgativo dei codici della danza e della performance contemporanea, risultato vincitore del bando 2012 su Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera Italia – Svizzera 2007 – 2013, che vede capofila italiano la Fondazione Teatro Coccia di Novara e capofila svizzero la Fondazione La Fabbrica di Losone. I partner italiani del progetto sono Associazione Didee – arti e comunicazione di Torino, Associazione LIS Lab Performing Arts di Meina (NO), Coorpi – Coordinamento Danza Piemonte di Torino. L’Associazione LitroCentimetro di Bellinzona è, invece, il partner svizzero.

Il progetto, ideato da Mariachiara Raviola, Antonella Cirigliano (direttrici artistiche) e dal project manager Lucia De Rienzo, a cent’anni dalla prima Scuola Estiva delle Arti di Rudolf Von Laban a Monte Verità, si svilupperà nell’arco di due anni tra Novara, Meina (NO), Torino, Losone, Bellinzona, Lugano e Ascona, e intende costruire un’offerta diversificata che integra la cultura della danza, della performance contemporanea e della sensibilità ambientale.

Grazie alle esperienze residenziali e “comunitarie” degli artisti coinvolti e alle attività laboratoriali e di workshop, il tema del paesaggio e dell’habitat e del nuovo rapporto contemporaneo dell’uomo con la natura saranno argomenti privilegiati di riflessione ed elaborazione.

Dopo alcune esperienze laboratoriali di Associazione Didee e Associazione LIS Lab Performing Arts, tenutesi a marzo, si muovono i primi eventi artistici.

È iniziato lunedì 8 luglio e terminerà sabato 27 a Meina (NO), nella cornice dei bellissimi luoghi del Lago Maggiore, tra il Museo di Villa Faraggiana, i giardini e il lago, il Villaggio d’artista, a cura di Associazione LIS Lab Performing Arts: una residenza comunitaria per artisti e performer a cui la cittadinanza e il pubblico possono avere accesso e assistere a laboratori e spettacoli.

Il programma è articolato in più sezioni: una finestra è dedicata alla formazione e a laboratori condotti da artisti di fama internazionale (826 luglio); mentre una seconda coinvolgerà il pubblico nella progettazione di sculture, installazioni, performance e danze site specific. Le attività laboratoriali sono: Arte in gioco di Delcio Montagnin (Italia/Brasile) rivolto ai ragazzi dei centri estivi del territorio (8-10-12 luglio, Imbarcadero di Meina); Laboratorio teatrale (corpo e voce) di Danio Manfredini (Italia), per adulti (20-21-22 luglio, sala consiliare Comune di Meina); La poetica dello spazio (spazio e materiali) di TricksterP: Cristina Galbiati e Ilija Luginbühl (Svizzera), sempre per adulti (22-23-24 luglio, Museo di Villa Faraggiana); laboratorio di danza Bandanza con Paola Colonna (Italia), in collaborazione con Associazione Didee, e rivolto ai giovani (24-25-26 luglio, sala consiliare Comune di Meina). Sabato 27 alle ore 21 seguirà la performance finale del laboratorio, accompagnata dalle note della banda musicale di Invorio.

Nei giorni 25, 26 e 27 luglio, dalle ore 17 alle 22, il Villaggio diventerà un vero luogo di attività esperienziali. Si aprirà completamente al pubblico che potrà prendere parte alla creazione di sculture, istallazioni, performance, danze e progetti degli artisti in residenza. Le iniziative saranno rivolte a bambini, giovani e adulti. Nel corso delle tre serate si susseguiranno anche una serie di appuntamenti speciali. Più di quindici le personalità del mondo artistico che animeranno le serate e tra questi: Cie Nicole Seiler Young Soon Cho Jaquet (Svizzera), Christian Beck (Germania), DeGeneraal/ Jean-Marie Oriot (Belgio/Francia) Thomas Roper (Nuova Zelanda/Spagna), Francesca Amat (Italia), Enya Idda (Italia), Marga Socias (Spagna) – Sara John (Australia) – Sara Vilardo (Italia/Belgio), Marco Olivieri Fabrizio Orlandi Claudio Ponzana Cristiano Calcagnile (Italia), Senza confini di pelle/ Dario La Stella Valentina Solinas (Italia), Coorpi (Italia), Paola Romanò Paolo Bignamini (Italia), Teatro Pane e Mate (Italia), Paola Colonna (Italia), Associazione Carnevalspettacolo (Italia), studenti del triennio di arti visive e performative della NABA.

La programmazione di PerCorpi Visionari prosegue a Torino, mercoledì 17 luglio dalle ore 21 ai Cantieri OGR Officine Grandi Riparazioni di Corso Castelfidardo 22. Associazione Didee, in concomitanza col Festival La Piattaforma teatrocoreografico, si propone di accrescere la relazione transfrontaliera coinvolgendo artisti dei paesi partner di progetto. La scelta si è concentrata sul coreografo italiano Raffaele Irace e sullo svizzero Filippo Armati, accomunati a Laban dallo stesso interesse verso la dimensione del movimento secondo le più innovative ricerche della fisica.
Lunar_Piattaforma

In tale occasione il pubblico potrà lasciarsi catturare da Lunar, un lavoro di ricerca sui frattali (geometrie della natura) pensato da Raffaele Irace e dalla costumista scultrice veneziana Sonia Biacchi. E, ancora, dalla creazione Quantum di Filippo Armati, ispirata dalle teorie di spazio e tempo suggerite dalla fisica quantistica.

Ad agosto l’appuntamento è a Losone in Svizzera, dove dall’8 all’11 si svolgerà il Dance Camp: una summerclass di tecnica e creazione di danza per ballerini professionisti, a cura di Fondazione La Fabbrica e LitroCentimetro. Facendo riferimento alla teoria di analisi del movimento di Rudolf Von Laban, si scopre una “dimensione di danza” che, anche in chiave terapeutica, dona piacere e che appaga la persona: si parte dal movimento naturale e attraverso lo studio degli elementi base del linguaggio della danza, si arriva al proprio movimento danzato. Per informazioni e iscrizioni info@performa-festival.ch.

Sempre in Svizzera si svolgono due importanti appuntamenti ad ottobre 2013. Il primo sabato 5, a cura di Fondazione La Fabbrica e LitroCentimetro: una serata evento PerCorpi Visionari in concomitanza col Performa Festival. L’evento rinnova la volontà di promuovere uno scambio fra artisti e, in questo caso, la visibilità dei performer italiani in Svizzera. Performa Festival porta in scena ogni aspetto del vivere quotidiano, elaborato, attraverso la creatività in forma performativa. L’intento è quello di promuovere eventi In cui teatro, danza, musica e altre arti si contaminano in modo da offrire al pubblico contenuti ed esperienze artistiche diversi.

Momento centrale del progetto è il Laban Event 2013, in calendario dal 10 al 13 ottobre al Monte Verità di Ascona, organizzato da Con_Creta, con la partecipazione di Coorpi e il sostegno della Fondazione Monte Verità. Nel 2013 ricorre il centenario della prima Scuola Estiva per le Arti di Rudolf Von Laban al Monte Verità, luogo conosciuto negli ambiti della danza, del teatro e delle terapie espressive europee e mondiali come sito di ricerca e di studio. Per celebrare questo centenario si incontreranno ricercatori e studiosi di fama internazionale come Valerie Preston Dunlop (UK), Eugenia Casini Ropa (IT) Peggy Hackney (US), Claudia Rosiny (CH), Alessandro Pontremoli (IT), Evelyn Doerr (DE), Rosa Maria Govoni (IT), per presentare al pubblico e ai partecipanti gli orientamenti che si sono sviluppati a partire dalle scoperte di Rudolf Laban.

Accanto agli eventi, spazio ai workshop e alle attività formative tenuti da professionisti che vantano esperienze con i più visionari coreografi del nostro tempo, in diretta discendenza con Laban. Tra ottobre e dicembre, nel novarese, Didee e LIS Lab propongono laboratori aperti a danzatori, scuole di danza e dell’obbligo con l’intento di nutrire una nuova generazione di appassionati alla danza.

Frutto del percorso laboratoriale con i bambini, sul tema del rapporto dell’Uomo e della natura attraverso la danza, Didee allestirà a dicembre anche uno spettacolo pensato per un pubblico di giovanissimi e le loro famiglie.

Ancora Novara protagonista di progetti di formazione grazie ai laboratori previsti per febbraio 2014, tenuti da Raffaella Giordano e Danio Manfredini sul tema del linguaggio del corpo tra danza e percorso d’attore, a cura di Associazioni Didee e LIS Lab. I laboratori sono rivolti a scuole di danza e performer professionisti. Per informazioni e iscrizioni piattaforma.danza@gmail.com.

A marzo nel Teatro Coccia di Novara un grande evento di divulgazione della danza con workshop a cura di danzatori professionisti e incontri con il pubblico in occasione dell’allestimento di Open del coreografo statunitense Daniel Ezralow (22-23 marzo 2014).

Tra il Piemonte e il Canton Ticino da aprile 2014 ancora workshop, incontri e progetti divulgativi, legati al tema della natura e della convivenza sociale, con artisti provenienti dai territori partner, in preparazione al secondo grande evento sorpresa del 2014 che si svolgerà al Teatro Coccia.

Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda al sito in costante aggiornamento www.corpivisionari.eu (info@corpivisionari.eu).

Finanziato dal Programma Operativo di Cooperazione Transfrontaliera ITALIA SVIZZERA 2007 – 2013 su Fondo FESR e da Regione Piemonte e Canton Ticino, PerCorpi Visionari si avvale inoltre del sostegno di Fondazione Piemonte dal Vivo e Fondazione Monte Verità di Ascona.

Annunci